lunedì 29 giugno 2015

Aggiornamenti dal laboratorio: travolta dagli eventi.

E' un bel po' che non scrivo un post di aggiornamento, chi mi segue sui vari social avrà più o meno presente ciò che sta succedendo in torno a me, ma ho deciso che scriverne ugualmente sarà utile a fare il punto della situazione, soprattutto a me.

Ho bellamente mollato questo blog a sé stesso per una ventina di giorni, una cosa veramente disastrosa. Le ragioni sono diverse: sono stata molto impegnata e anche molto confusa, sono stata pigra, ho avuto tante cose cui pensare e su cui prendere decisioni... and so on.
Tutto questo insieme di cose ha dato il via ad una latitanza sulla quale mi sono comodamente adagiata, e se non fosse stato per il secondo post su Trame di Storie (il primo lo trovate QUI), che volevo assolutamente pubblicare, probabilmente sarei ancora là a perdere tempo e a trovare delle scuse. Perciò grazie ragazze, perché quegli stupendi abitini hanno anche fatto sì che riprendessi in mano la situazione di questo blog, grazie di cuore per aver pensato a me!

Come dicevo eventi che si sono susseguiti uno dopo l'altro mi hanno trascinata lontana da queste pagine virtuali.

A maggio l'apertura della partita iva e tutto ciò che ne consegue: nuove cose da imparare, burocrazia, qualche preoccupazione - leggi "incredibili stati d'ansia" - e pure la ricerca dell'ennesima commercialista. Ma vabbè, tutto risolto.

A cavallo tra Maggio e Giugno si è poi concluso il corso sul Personal Branding - iscrizioni chiuse ma manuale su cui studiare e fare gli esercizi disponibile QUI - di Gioia Gottini (di lei vi avevo già parlato a proposito di un altro corso suo che ho seguito) che mi ha impegnata molto e mi ha dato tanto sia riguardo al PB che per ciò che concerne il mio rapporto con i social. 
Ma non mi dilungherò adesso perché ho intenzione di parlarvene più avanti e più dettagliatamente, se vorrete.

A proposito di Personal Branding confesso di essere in crisi nera sull'argomento "immagine": sarò costretta a breve a cambiare colore ai miei capelli (adoro il rosa ma ormai sono davvero troppo danneggiati dalle continue decolorazioni che servono per ottenere questa tonalità pastello) e il mio cruccio sta nel fatto che non so come comportarmi con il logo... ho incautamente messo la mia faccia quando ancora non sapevo nemmeno cosa fosse il PB, e consideravo quel ritratto solo un avatar per i social e un header per questo blog. L'idea divertente era che avrei cambiato il colore ai capelli del disegno ogni volta che lo avessi cambiato io!
Ora invece è diventato qualcosa di più in quanto immagine associata al mio brand e il dubbio è: lo tengo rosa ugualmente anche se io cambierò o lo "modifico" in base alla realtà come era nelle mie idee inizialmente?
Il logo è molto importante per un  brand e queste, anche se sembrano questioni sciocche, non lo sono per niente.
Non sono ancora giunta a una conclusione e ho come l'impressione che qualsiasi cosa faccia sbaglierò perché l'unica soluzione sarebbe quella di mantenere il miei favolosi capelli così come sono. Cosa che però non è possibile.
Molto presto dovrò decidere... per ora sono ancora molto confusa a riguardo.


Il 3 Giugno è partita la mia campagna di crowdfunding su Eppela, talmente TRAVOLGENTE che non mi ha nemmeno lasciato il tempo di scriverne un post dedicato... anzi diciamo che mi ha così tanto coinvolta che... non mi è nemmeno venuto in mente!
Un successo incedibile: in sole 24 ore è stato raggiunto il goal e nella settimana successiva i due seguenti stretch goals! 
Potrò quindi acquistare una macchina da cucire professionale, un'occhiellatrice e addirittura registrare il marchio! Mai e poi mai sarei arrivata a puntare a tanto!
E la cosa incredibile è che è successo tutto in 7 giorni ma la campagna ne dura 40!
Ora l'obiettivo è più alto, si punta a raggiungere la somma che mi permetta di poter avere un sito professionale. Sarebbe davvero un sogno che si avvera!
Tutto l'appoggio che ho ricevuto mi ha dato una carica incredibile e mi ha fatto capire che devo continuare su questa strada, che tante persone credono in me e sono felici per i miei successi in maniera sincera. E' meraviglioso!
La campagna si concluderà il 12 Luglio, c'è ancora un buon margine... vediamo cosa può ancora succedere!

Non da ultimo, questa cosa del crowdfunding ha avuto talmente successo che mi ha fatta finire su Vanity Fair It tra i dieci progetti vincenti finanziati su Eppela. Mica male ;-)

Nel bel mezzo di tutto ciò ho cominciato a familiarizzare con il mio nuovo shop su bigcartel, non so voi, ma io quando sono alle prese con una nuova piattaforma provo sempre come un senso di smarrimento: per me dover imparare cose da capo è sempre uno sbattimento incredibile.
Fortunatamente mi sta piacendo molto, mi trovo bene e, a mio avviso, i risultati si vedono. 
Perciò avanti così!


Domenica 14 Giugno sono stata invitata alla festa del primo compleanno della boutique Vanilla Charming Room, in via Carlo Mayr 47 a Ferrara, ve ne avevo parlato qualche tempo fa a proposito del fatto che avevo portato alcune delle mie clutches per fare la vetrina e che erano solo in "visione" e cioè in pratica non potevano essere vendute perché io ero all'epoca ancora solo, diciamo, "hobbista". 
Ebbene, insieme al compleanno del negozio Ilaria, la titolare, ha deciso di festeggiare anche il fatto che i miei articoli erano da quel momento assolutamente acquistabili nel suo negozio!
E' stata una grande festa e una grande soddisfazione e soprattutto ho avuto la certezza che quella benedetta partita IVA non era una pazzia, ma una chiave per aprire parecchie porte.

A proposito di pazzia, ho incontrato giorni fa una ex collega che, chiedendomi come andava, non si è fatta scrupolo di ridermi in faccia e dirmi "Tu sei PAZZA" quando le ho raccontato le mie novità lavorative. Lei laureata, precaria e più vecchia di me, ha concluso con un "Sì sì, ti auguro che ti vada bene" molto poco convinto.
Poverina, non ha capito che se mai dovesse succedere che questo paese con le pezze al cxxx si risolleverà dalla crisi in tempo utile per quando suo figlio sarà adulto, offrendogli così economicamente e lavorativamente un po' di più di ciò che sta offrendo a noi in questi anni difficili, beh, probabilmente lo dovrà, almeno in parte, anche ai "pazzi" come me.
Ma non ve lo sto raccontando per l'aneddoto in sé: che c'è gente così lo sappiamo tutti. Ve lo sto raccontando per farvi sapere che non me la sono presa minimamente... cioè, con mia grande sorpresa NON ci sono rimasta male, l'ho compatita un po' e poi basta!
Questo mi ha fatto prendere coscienza del fatto che al momento son convita e orgogliosa delle mie scelte.
#epicwin per me e un applauso e mezzo a lei (se capite cosa intendo).



Sempre durante questa prima mirabolante metà di Giugno c'è stato il lancio dei cerchietti #pretty_hybrids, chiamati così perché sono cerchietti che però danno l'effetto fascia! Suuuuuper comodi!!
Mi piacciono tantissmo... e a giudicare dal numero delle vendite, non solo a me!!!

Non sono mancati momenti di sconforto/delirio e quelli macostofacendo/madovestoandando che mi hanno sorpresa a "miagolare nel buio" ----> (ve lo avevo già linkato Quelo, vero? beh... per chi se lo fosse perso l'altra volta...) ma poi, come sempre sono passati.
Dovete sapere che non è che sono sempre super carica, super produttiva eccetera, però non mi va nemmeno di ammorbarvi continuamente con i miei dubbi e i miei pensieri negativi. Mi piace pensare che questo e il resto dei miei profili social siano luoghi dove potete trovare un attimo di leggerezza e di svago, senza scadere troppo nel superficiale. Non so se ci riesco, ma questo è quello che tento di fare.

Per finire, sono rientrata nel turbine dell'organizzazione, delle liste e di tutto ciò che concerne lo stare "focused" come dicono le americane, e sapete che quando mi fisso io parto in quarta.
Ciò mi ha portato a rileggere il libro "Guida alla to done list" e a comprare due (ho detto DUE) filofax su Amazon (erano in super offerta, chiedo venia... e comunque è sempre colpa della Fea!).
Io, che avevo giurato odio eterno a qualsiasi tipo di raccoglitore ad anelli, io che i fogli coi buchi sono il male, io che non ho mai pensato di comprare una filofax... bene. In settimana me ne arriveranno ben due: personal e A5, giusto per per non farci mancare niente!!! Si salvi chi può.
Ora l'unico problema sarà trovare un diario giornaliero per la A5 che non abbia il sabato e la domenica insieme, come ben sapete il week end lavoro sempre e ho bisogno di molto spazio per le mie to-do lists!



Ho comprato il libro di Gala Daling "Radical Self Love: A Guide to Loving Yourself and Living Your Dream". Non che creda ciecamente nell'efficacia di questo tipo di pubblicazioni, ma lei mi piace e penso che a volte ci sia la necessità di "sentirsi dire certe cose" e così me lo sono regalato e sarà la mia lettura estiva, per arrivare bella carica a Settembre.
Mi arriva domani.
E se siete interessate all'acquisto sbrigatevi perché sarà disponibile solamente per un mese!! (Non chiedetemi il perché di questa cosa, non è stato reso noto).

In tutto ciò, sono anche riuscita ad andare qualche volta al mare. 
Dopo tre estati senza vedere una spiaggia. 
Se ci penso mi commuovo. 

Il mese di Luglio credo mi vedrà impegnata a cucire le ricompense per il crowdfunding... LIMITED EDITION ragazzi... fossi in voi ci farei un pensierino!
E dovrò anche cucire altre cose carine per una sponsorizzazione che avverrà a Settembre ma di cui non posso anticiparvi ancora nulla! Come si suol dire... restate nei paraggi ;-)

In più vorrei tenere sempre aggiornato e attivo lo shop su bigcartel perché davvero vedo che lo state apprezzando tantissimo e comprare da lì vi piace parecchio di più! Fantastico.

Infine mi piacerebbe riuscire a mantenere una certa costanza qui sul blog anche se il tempo è davvero poco. Credo che il segreto sia non pretendere troppo da me stessa... il calendario editoriale che mi ero prefissata era troppo fitto e così finivo per non combinare nulla. Riuscissi a pubblicare una volta a settimana ma regolarmente, potrei già ritenermi soddisfatta. Dopotutto ho solo due mani.
Beh, presto avrò anche due agende, davvero stavolta non posso fallire!! Hahahahahahahah!

Direi che è tutto.
Io vi saluto e vi auguro un buonissimo inizio di settimana!
A presto!

Pretty




12 commenti:

  1. Quanti progetti e propositi positivi! E che belle creazioni, brava! I nuovi cerchietti sono davvero carini.
    Che bella energia... non ti crucciare se ogni tanto per ricaricare le batterie ti concedi un po' di pigrizia, è normale e anche utile... i limoni troppo spremuti non servono a nulla.
    Faccio il tifo per te, sempre :)
    Un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  2. Aggiungo una cosa sulla questione dei capelli: è vero che sei la PIM con i capelli rosa, è vero che aver messo questa immagine per connotare il tuo blog e il tuo small business ti vincola, per cui forse cambiare il colore dei capelli al disegno non avrebbe molto senso, ma è anche vero che se ti fai "squagliare i capelli" per tenerli rosa a tutti i costi non va neanche bene... cambiare il colore nella realtà e non alterare quello del disegno sarebbe un problema di personal branding troppo grosso? Ma la Gottini che dice? Nella mia mente sarai sempre la PIM con i capelli rosa (anche quando li avrai color rame) ma forse per i nuovi clienti potrebbe esserci un problema di riconoscibilità... sarà per questo che la bevanda americana ha scelto babbo natale e la felicità...
    Se ho detto scemeze perdonami :))

    RispondiElimina
  3. Conconrdo con @lafenicerinascedase su tutta la linea! Un po' di pigrizia ci sta, anche e soprattutto per chi lavora in proprio e deve seguire mille cose insieme!

    Per quanto riguarda i capelli, secondo me dovresti mantenere il logo con i capelli rosa, ha un notevole impatto, è femminile ma "diverso"... E poi secondo me facilita la memorizzazione per l'associazione "pretty in mad" + rosa = "pretty in pink", e tra film e musica ce ne sono di rimandi!

    Non ho mai acquistato libri di self help né "guide alla crescita personale/professionale" di sorta, in compenso i tuoi post motivazionali e in cui si parla di produttività mi caricano sempre tantissimo!! Grazie al cielo sono organizzata come agende, quindi PER ORA non sarò contagiata da questa febbre del filofax... E per la cronaca, io continuo ad essere dell'opinione che i quaderni ad anelli e i fogli coi buchi siano IL MALE! Vedremo se mi ricrederò! ;-)

    Ps. Continua così!!!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ceciiiiii!!! madonna... post motivazionali!! non mi ero resa conto di scriverne!! mi fa super piacere che ti diano carica!
      Pensa che Pretty in Pink è il fil da cui deriva questo nick... ci hai visto giusto ;-)
      Adesso vediamo come va con le filofax e se ti farò entrare nel tunnel ^_^

      Elimina
    2. L'avevo sempre sospettato! Comunque quel rosa della filofax che ti è arrivata ieri... Beh, insomma... E' MOLTO carino... [ora faccio qualche respiro profondo e penso ai €70 spesi ieri nello shop di Impossible Project e mi dò una calmata] ;-)

      Per quanto riguarda i commenti sprezzanti, io sono del parere che chiunque preferirebbe essere il capo di sé stesso e fare il lavoro che ama, ma non tutti hanno le condizioni di partenza ottimali, ma, lasciatemelo dire, spesso anche solo le palle per prendere decisioni drastiche... Certo che l'argomento del "posto fisso" / "stipendio certo" al giorno d'oggi, con tutto il dovuto rispetto, lascia il tempo che trova... Si vedano i nuovi contratti "indeterminati" [ a tutele crescenti]... Dopo tre anni rischi ancora di rimanere a spasso... Tempo che secondo me tanto per tanto è meglio sfruttare per tentare di crearsi un lavoro che piaccia e in due anni capire se ingrana o meno...

      Non penso che rispondere a tono a certe persone abbia più di tanto senso, visto che mi sa che tante volte è solo invidia bella e buona... Alla fine, quando uno è contento dei propri traguardi, grandi o piccoli che siano, non perde il sonno per la cafonaggine altrui, grazie al cielo! :-)

      Elimina
  4. ciao, riguardo al logo tienilo così, non deve per forza rispecchiare come sei tu ora perché noi cambiamo continuamente ma il tuo spirito, che pur coi capelli di altre tinte sarà sempre rosa. Io non lo cambierei affatto. Per la tua amica, il coraggio di buttarsi e inseguire i propri sogni è cosa rara, vero che bisogna valutare bene la parte finanziaria e che lo stato italiano certo non ci mette del suo, ma hai le carte per farcela, e lavorare per se stessi ê sempre una gran cosa, anche se in futuro dovessi avere una famiglia.
    Quindi alla fine lo stesso tono avresti potuto usarlo tu nel risponderle, un lavoro precario, che non sai fino quanto dure e a che condizioni... davvero voliamo un posto simile? No, nessuno lo vuole.
    Dritta per la tua strada. testa bassa che nessuno regala nulla e vedrai che i risultati arrivano, anzi sono già arrivati no?
    Giò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' ovvio che prima di partire ognuno valuta se può o non può farcela, ognuno ha situazioni diverse! Però insomma, i giudizi negativi così mal celati boh, li trovo di così tanta "pochezza"!
      Andare dritta per la mia strada è ciò che sto facendo, e vedo che per il momento funziona!
      Grazie!

      PS: io una famiglia ce l'ho!

      Elimina
  5. Daje PIM, sempre piena di entusiasmo! Va per la tua strada, sempre, con i capelli di tutti i colori.
    Finalmente ho un po' di tempo per passare di qui, mi sono persa un sacco di novità! Quelle fascette/cerchietto mi stanno tentando davvero tantissimo ... :D
    Silvia

    ps: occhio all'ultimo link del post che rimanda alla pagina del login su bigcartel e non al tuo shop. ;)

    RispondiElimina

grazie! il tuo commento è ora in attesa di approvazione.

ShareThis