giovedì 5 febbraio 2015

KAKEBO - Il libro dei conti di casa (Il metodo giapponese per imparare a risparmiare).

Oggi finalmente esaudisco le vostre richieste e vi parlo di uno dei miei ultimi acquisti: il KAKEBO!
Che cos'è questo Kakebo di cui si parla tanto?
Credo che prima di tutto sia bene fare un po' di chiarezza perché la didascalia "Il metodo giapponese per imparare a risparmiare" potrebbe a mio avviso essere fuorviante (o almeno così mi è parso di capire, leggendo alcuni dei vostri commenti a tal proposito).
Kakebo non è un manuale che insegna metodi di risparmio, Kakebo è uno stumento che permette di tenere traccia di tutte le vostre spese, giorno per giorno, settimana per settimana e che a fine mese vi da il risultato esatto di quanti soldi avete speso e in che modo li avete spesi.
E' in pratica il registro spese di casa vostra.
Ma vediamolo nel dettaglio.

La grafica è accattivante e le illustrazioni sono deliziose, la palette di colori albicocca/grigio, riprende i colori dei due personaggi protagonisti costantemente in lotta tra di loro: il maialino che vorrebbe prendersi cura dei vostri risparmi e il famelico lupo che non vede l'ora di farvi spendere fino all'ultimo centesimo dei vostri averi.
A me, purtroppo, già dalla faccia, sta più simpatico il lupo... ma vabè!


All'inizio di ogni mese, nella pagina di sinistra, il maialino vi chiederà di mettere nero su bianco le vostre entrate fisse e le vostre spese fisse in modo da capire qual è la cifra disponibile che vi resta.
Dopodiché, nella pagina a fianco, dovrete segnare i vostri obiettivi, scrivere una piccola promessa e nel quadro in basso a destra abbozzare un' ipotetica somma che vorreste risparmiare (notare che a questo punto il maiale ha già inforcato gli occhiali da contabile e ha il registro sottobraccio...).
Ora siete pronti a partire.




Lo schema settimanale dove dovrete annotare tutte le spese, è molto dettagliato e le aree sono religiosamente divise per tipologia in modo che avrete traccia di come avete speso ogni singolo euro. Non si scappa.




A fine mese arriva il bello. Lo schemino in alto a sinistra è semplicissimo: mentre lupo e maialino combattono, basta riportare  i totaloni spesa di ogni settimana e sommarli, per avere il mega totale del vostro scialacquio.
I tre cerchi nel mezzo servono ad annotare:  1) soldi che avevate a disposizione, 2)  quanto avete speso e 3) il risultato della sottrazione.
Infine, nello spazio sottostante, vi si chiede se avete raggiunto i vostri obiettivi mensili, se avete mantenuto le promesse e vi lasciano uno spazio per annotare considerazioni su successi ed insuccessi del mese.
Nel riquadro in basso coperto dalla mia mano spunta di nuovo il maiale con gli occhiali, ha la faccia dubbiosa, i due spazi per le annotazioni recitano "Risparmio previsto"e "Risparmio reale".
La pagina di destra è dedicata ad una suddivisione delle spese super precisa, cioè se volete sommare le varie categorie per vedere i totali spesa delle stesse.



Questo più o meno è tutto ciò che c'è da sapere sul Kakebo, per capire se può fare per voi oppure no, spero di essere stata abbastanza esaustiva e di aver dissipato almeno qualcuno dei vostri dubbi a riguardo di questo piccolo libricino.

Che dire, indubbiamente è un metodo che vi mette di fronte alla realtà delle vostre spese in maniera diretta ma simpatica grazie alla grafica super carina!

Io l'ho comprato con l'intenzione di usarlo per l'attività, ma più mi studio l'introduzione (ci sono spiegazioni e schemini molto chiari e dettagliati per poterlo sfruttare al meglio) e più credo che mi piacerebbe usarlo anche per il resto, vedrò se riesco ad applicare qualche modifica per fare entrambe le cose!

E se dopo aver letto tutto ciò non siete convinti di volerlo comprare e cercate un'alternativa semplice e gratuita al Kakebo, vi segnalo questi stampabili ideati da Koko di Ordinata-mente, molto ben fatti e funzionali ;-)

Spero che questa introduzione vi sia stata utile e che diventeremo insieme dei gran risparmiatori!
Ringrazio Barbara Pederzini e Francesca Marano per questa bella scoperta.

A presto!

Pretty

24 commenti:

  1. Brava ragazza! Soddisfi sempre le nostre richieste! ^_^
    mi sembra molto carino e suddiviso in modo molto utile!
    l'unico dubbio che ho è: non avendo un'entrata fissa certa (lavorando in proprio) ma variando ogni mese le mie entrate, è possibile sfruttarlo comunque nella sua interezza? o in quel caso si userebbe solo per segnare dettagliatamente le uscite e fare un calcolo finale complessivo di ogni settimana/mese/anno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara!
      guarda sono nella tua stessa situazione e il tuo dubbio è anche il mio! erano queste le modifiche a cui stavo pensando!
      Gli spazi per le spese sono tantissimi e io, se lo usassi solo per l'attività, non avrei bisogno di tutte quelle caselle... voglio dire, una volta segnati e materiali eccetera, non resta molto, quindi pensavo che magari, se con il washi tape "taroccavo" un paio di sezioni per farle diventare quelle delle mie entrate (magari suddividendo ordini privati e vendite shop etsy) poteva fare al caso mio... però ci devo guardare bene e al momento non ne ho ancora avuto il tempo!

      Elimina
    2. Magici washi tape che salvano la vita! :D
      Potrebbe essere una buona idea! Penso sperimenterò pure io!
      Grazie per le dritte!!!

      Elimina
    3. ma grazie a te che mi leggi sempre!!!

      Elimina
  2. Lo trovo utilissimo ma al contempo mi fa anche tanta paura... eheheheheh!

    RispondiElimina
  3. Qui in casa ce ne servirebbe uno a testa da come siamo messi xD io una volta ho provato ad annotare tutte le spese ed entrate ma da quando sono disoccupata la cosa è diventata quasi inutile D: lasciamo perdere. Comunque la spiegazione è stata chiara a ho capito tutto (e se lo dico io, che ho la testa di granito!). Ciao alla prossima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. HUAHAUAHAUAAHUAH!!! testa di granito dovevo ancora sentirla... e credo che d'ora in poi la applicherò come descrizione per me stessa!

      Elimina
    2. io la usavo per mia nonna, diciamo che l'ho ereditata xD

      Elimina
  4. Ma è stupendo!!
    Cioè io non ho parole... a parte che il Giappone per me è una mania ossessiva, poi tu mi descrivi questa cosa favolosa in maniera altrettanto favolosa e... WOW!! Credo sia molto utile per mettersi di fronte alle proprie spese e... un po paurosa anche ehehehe. Devo avere quel libro assolutamente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai sono super felice che ti sia piaciuto!!
      sisi il giapponesi hanno una marcia in più!
      anche a me fa paura scoprire quanto sperpero... ma è ora di cambiare!!! almeno ci si prova!

      Elimina
  5. Ecco...era questo che non capivo, alla fine è come un libro contabile, certo, molto molto carino per i colori e la grafica :) Grazie, attendevo questo post per decidere se coprarlo o no, ora so che cosa mi arriva se lo acquisto, ma ho paura che poi mi riveli quanto sono spendacciona..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah beh quello lo temiamo un po' tutti... essere messi di fronte a quanto sperperiamo non è certo gradevole! fammi sapere se trovi il coraggio ;-)

      Elimina
  6. Grazie per la spiegazione, non lo conoscevo....ma anche io come te ho il dubbio se così come è strutturato può servire a noi. Nel dubbio continuo da brava ex ragioniera a compilare i miei file Excel, molto meno carini da vedere ed anche un po' noiosi da compilare ma forse un po' più utili.
    Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io aborro pc ed excel, mi mettono tristezza! tutto a mano, sempre e comunque!

      Elimina
  7. Aveva ragione Mareva , bisognava conoscerti per capire la tua personalità così artistica, innovativa, anche stravagante ma senza spocchia. Mi piaci molto , e sai fare cose meravigliose.
    Io da " buttasoldi" come sono non saprei mai come risparmiare qualcosa, anche se trovo simpatico questo taccuino della salvezza!!!!!
    Non hai followers dove io mi possa iscrivere? Non vorrei perderti!
    Ti lascio il link del mio blog, felice se mi seguissi..
    Un abbraccio rosa!
    http://rockmusicspace.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ringrazio tantissimo perché mi hai fatto diversi complimenti davvero belli e devo dire che ricevere parole sincere fa piacere :-)
      anche io sono una spendacciona e non so se ce la farò a scontrarmi con la dura realtà che il kakebo si propone di svelarmi!
      ci provo e poi vedo, magari tra poco lo butto dalla finestra!
      tutti i social sono in alto nella sidebar, il riquadro dei followers qui su blogger l'ho tolto perché era brutto e non so più fare a rimetterlo! andiamo bene!!
      se però sei iscritta a bloglovin ci sono anche lì e puoi ricevere gli aggiornamenti del blog!
      vado a vedere il tuo blog!
      a presto ^_^

      Elimina
    2. Ma che carina la mia ragazza in rosa.Si è subito iscritta e ne sono così felice , anche perchè come sempre succede, cosa che io non faccio mai, ne entra uno e ne escono due..Amore mio, sarà un nuovo gioco?
      Vado subito ad iscrivermi a qualcosa che è possibile io faccia, so di essere satura per ora con le cerchie di google, mi resta bloglovin'( che funziona come solo lui sa) e non i social, perchè mi sono tolta da un pezzo!
      Vado intanto a salvare il tuo blog tra i preferiti e lo segno nel mio roll...
      Non poso perderti!
      Ti adoro!

      Elimina
    3. Il tuo blog è seguitissimo! Complimenti!!

      Elimina
    4. Il tuo blog è seguitissimo! Complimenti!!

      Elimina
  8. L'ho comprato anch'io!! :) E per ovviare al problema di non avere entrate fisse mensili avevo pensato questo - magari va bene anche per voi: registro le mie entrate il mese dopo! In sostanza rendo disponibili quei soldi a partire dal mese successivo... In fondo, penso che il Kakebo non sia pensato per fare il nostro bilancio, ma piuttosto per stabilire delle cifre fisse da spendere o risparmiare! Speriamo funzioni!

    RispondiElimina
  9. Sembra davvero uno strumento fantastico, e la grafica mi piace tantissimo! Ho già provato a tener nota delle mie spese, ma sono davvero una frana in questo campo...

    Ellie, indiellie.com

    RispondiElimina

grazie! il tuo commento è ora in attesa di approvazione.

ShareThis