domenica 2 ottobre 2011

LOMOGRAPHY • Diana F+ e Fuji T64 RTP (parte 1)

da quando nello shop di Lomography sono uscite le Lomography X Tungsten 64 35mm si è accesa molta curiosità sul tema "pellicola Tungsteno" in quanto non era molto conosciuta ed appare quindi ai più come una grande "novità".
aggiungiamo poi che Fuji ne ha da poco cessata la produzione: ciò basta e avanza a scatenarne una necessità spasmodica anche in chi fino a qualche settimana fa ne ignorava l'esistenza..
ma si sa: certe cose funzionano così!!
inutile che vi dica che le mie sono in viaggio da Vienna dentro un pacchetto con sopra il mio nome ;)

non è di queste 35mm di Lomography che voglio parlare oggi però, in quanto, come detto sopra, non ho ancora avuto modo di provarle.
ho pensato però fosse una buona idea postare alcuni risultati delle sorelle maggiori, sempre con Tungsteno: le Fuji T64 RTP 120.
mi è capitato di acquistarne qualche pacco scaduto diverso tempo fa e di testarle con Diana F+ ottenendo però risultati deludenti, molto sottoesposti (come il primo test con Redscale e Diana F+ che trovate pubblicato QUI), e così non li avevo mai pubblicati.
quello che ho fatto in seguito è stato non arrendermi e ritentare: ho portato un altro T64 in vacanza con me ed ho provato a scattare di nuovo.
vuoi per coincidenza, vuoi per fortuna (o sfortuna), quello è stato l'unico rullino veramente degno di nota scattato a Berlino!
ora direi che è venuto il momento di pubblicare il tutto per fare un confronto e capire dove avevo sbagliato!

queste sono le foto, assolutamente sottoesposte e impubblicabili, scattate questa primavera a Cervia.







foto scattate su pellicola Fuji T64 RTP 120 scaduta 12/2008 e sviluppata in cross processing

al ritiro di questi negativi la delusione è stata forte anche perchè mi ero impegnata un sacco: guardando molto attentamente si può notare che, a parte l'ultima, queste foto sono composte da diversi scatti utilizzando lo splitzer (accessorio il cui uso a me risulta davvero impegnativo!!) ------> per chi non ne conoscesse i risultati QUI un post con foto riuscite un po' meglio!!

io avevo usato questa pellicola come uso di solito i 100 iso, scattando anche all'ombra, semplicemente scegliendo l'impostazione "nuvoloso", credendo che fosse sufficiente a non sottoesporre gli scatti.
non ho tenuto conto che questa di iso ne ha solo 64. in più per esperienza posso dire che sia davvero ancora più "buia" di altre pellicole con stesso grado di iso.
le conclusioni sono che la 64T va usata assolutamente ed esclusivamente in pieno sole.
è una pellicola che con il cross processing vira al rosa e al viola e mi piace molto..ha solo bisogno di tanta luce!

nel post a seguire pubblicherò gli scatti T64 che mi hanno soddisfatta!

e.

Nessun commento:

Posta un commento

grazie! il tuo commento è ora in attesa di approvazione.

ShareThis