venerdì 8 ottobre 2010

LOMOGRAPHY • gli SPROCKET HOLES (le "foto coi buchi")

SPROCKET HOLES: croce e delizia dei lomografi alle prime armi che vengono attirati da quest'effetto fantastico e non sanno che pesci pigliare.

quante ricerche ho fatto in rete, quanti forum ho consultato senza capirci nulla!!
appena comprata la prima lomo l'effetto che più mi attirava era quello delle FOTO COI BUCHI.

la prima cosa da sapere è che per ottenere queste particolari foto bisogna usare i rullini di formato 35 mm su una macchina medio formato, che perciò carica pellicole 120; per eventuali chiarimenti sui diversi tipi di formato leggete il post che ho scritto a riguardo, lo trovate qui.
il 35mm a differenza del 120, è dotato di fori ai quali il rocchetto si "aggancia" con dei piccoli ingranaggi che trattengono la pellicola per facilitare l'operazione di avvolgimento.

la tecnica consiste nell'impressionare tutta la pellicola (compresa la porzione che ospita i "buchi" per le tacche che servono ad avvolgere il rullino) anzichè solo la parte al centro.

per ottenere ciò i modi sono due:

1) o montare una macchina fotografica per medio formato con una pellicola 35mm "artigianalmente" (e ciò vedremo come si fa nel tutorial che seguirà nel prossimo post)

2) oppure prendersela molto molto comoda e comprare uno dei retro-adattatori come ho fatto io..all'inizio non ero molto esperta e per evitare di pasticciare ho preferito la strada più facile.
ora che ci ho preso la mano ammetto che anche "modificare" di mano propria le lomo ha il suo fascino ;)
i "dorsi" adattatori si trovano in commercio sia per la Holga che per la Diana, io avevo preso questo per la mia Mr. Pink :)

la cosa importante, che io non ho capito per svariati mesi (ok ok sono un po' dura di comprendonio ma posso assicurare che le fonti in rete non sono chiarissime e quelli dei forum sono tutti dei sapientoni che parlano difficile e si capiscono solo tra di loro) è che, e lo scrivo in grande perchè il concetto sia chiaro,

PER OTTENERE LE FOTO CON GLI SPROCKET HOLES SERVE UNO SCANNER PER NEGATIVI!!!!!!!!

perciò sappiatelo, così eviterete di ammorbare i commessi dei vari laboratori fotografici, che nella maggior parte dei casi, nella loro inettitudine, non sapranno nemmeno dirvi il perchè le vostre stampe non vengano "coi buchi".

le macchine per la stampa, ho appreso poi, sono standard e non prevedono di stampare la porzione di pellicola con gli sprockets perchè appunto è una cosa che in teoria le macchine fotografiche non fanno.
perciò i buchi verranno comunque "tagliati fuori" in sede di stampa. (sia chiaro: il negativo rimane intonso ma la parte con gli sprockets non comparirà nella foto).
per questo serve uno scanner per negativi: scansionando tutta la pellicola si avrà anche la parte coi fori.
se poi si vogliono far le stampe basterà portare il file scansionato a un qualsiasi laboratorio e avremo le nostre benedette stampe delle foto coi buchi!!

spero di aver chiarito almeno un po' i dubbi di chi è in totale confusione da lomo come lo ero io appena un paio di anni fa!

a seguire il tutorial su come caricare una Holga medio formato (cioè che carica pellicole 120) con un rullino formato 35mm.

YES!

PIM

2 commenti:

  1. Ho conosciuto il tuo blog ieri e me ne sono già innamorata! Sono una neofita della lomografia e leggere i tuoi post mi sta chiarendo tantissime cose!
    E complimenti per le foto, mi emozionano tantissimo, e non mi capita spesso!
    Brava ;-)
    A presto, Paola

    RispondiElimina
  2. Ciao Paola!!!
    Benvenuta! Mi fa moltissimo piacere che questo blog ti sia tornato utile!!
    Grazie per i complimenti alle foto :)
    Spero passerai ancora di qui!!
    A presto!

    RispondiElimina

grazie! il tuo commento è ora in attesa di approvazione.

ShareThis